La magia e la tradizione del Carnevale più famoso del mondo!

 

Il Carnevale è un periodo magico per Venezia: la città vive ad ogni ora del giorno e della notte, in giro per le calli e lungo i ponti si trovano maschere meravigliose e colorate in posa per farsi ammirare e fotografare e all’interno dei Palazzi veneziani si svolgono i balli in costume in un’atmosfera da sogno. Tutto è una bellezza per gli occhi e per l’anima.

Il Carnevale è una delle tradizioni più antiche di Venezia: il primo documento risale al 1094 dove si trovano le descrizioni dei divertimenti pubblici che si svolgevano in città, sotto il Doge Vitale Falier, prima dell’inizio della Quaresima. Nel 1296 il Senato della Repubblica dichiara ufficialmente il Carnevale come festa pubblica.

Originariamente il Carnevale iniziava il 26 dicembre e finiva il mercoledì delle ceneri ed era un momento in cui i Veneziani potevano lasciare il lavoro e dedicarsi alle feste e divertimenti. I principali campi, lungo la Riva degli Schiavoni e a Piazza San Marco venivano attrezzati con dei palchi dove i veneziani potevano assistere agli spettacoli dei giocolieri, acrobati, musicisti e mangiare le fritòle (frittelle).

I veneziani indossavano maschere e costumi per nascondere la propria identità annullando così ogni appartenenza a classi sociali evitando così ogni pregiudizio. Questo rito collettivo della maschera è l’anima del Carnevale e la tradizione del travestimento è rimasta nei secoli. La produzione di maschere inziò a Venezia nel 1271 e nacquero vere e proprie scuole e laboratori dove si insegnavano le tecniche di realizzazione. Il mestiere di “mascarere” viene riconosciuto ufficialmente nel 1436.

Oltrex ha inoltre collaborato per anni alla gestione del Gran Teatro di Piazza San Marco, il fulcro del Carnevale di Venezia, con i palchi e la platea allestiti per meglio godere dei principali spettacoli, da quelli più tradizionali a quelli più innovativi.

 

Tra gli eventi a cui potrete assistere:

  • il “Volo dell’Angelo“: durante un Carnevale di metà ‘500 fu realizzato un evento che ancora oggi possiamo ammirare a Piazza San Marco: il Volo dell’Angelo. Un acrobata turco riuscì con il suo bilanciere dal campanile di San Marco alla balconata di Palazzo Ducale per omaggiare il Doge. Questo evento, chiamato “Svolo del Turco” fu inserito nella programmazione del Carnevale il Giovedì Grasso. Dopo diversi anni venne preso come acrobata un uomo dotato di ali e agganciato ad una corda veniva fatto scendere lungo la fune dalla loggia di Palazzo Ducale. Questa impresa prese il nome di “Volo dell’Angelo”, rimasto fino ai giorni nostri.
  • la “Festa delle Marie“: corteo di dodici ragazze veneziane accompagnate da gruppi storici in costume. È una delle feste tradizionali più antiche di Venezia e venne introdotta nel 943. Il 2 febbraio, giorno della purificazione delle Marie, venivano benedette le coppie che si sarebbero sposate entro l’anno. Venivano scelte le donne più povere e belle che partecipavano alla benedizione e venivano vestite con abiti e gioielli sfarzosi. La celebrazione si concludeva con una parate fino a Piazza San Marco. La Festa delle Marie fu istituita nel 973: durante una di queste benedizioni Venezia fu assalita dai pirati e le spose vennero rapite. Tutta la popolazione si adoperò per salvare le giovani donne e da quel momento, per ringraziare la Madonna, fu proclamata la festa.
  • lo “Svolo del Leon” il grande omaggio al Leone alato di San Marco
  • il “Volo dell’Aquila” rievocazione di macchine sceniche rinascimentali della Serenissima.

 

Anche per l’edizione 2017 del Carnevale di Venezia, che si svolgerà dall’11 al 28 febbraio, Oltrex organizza gli spettacoli teatrali itineranti SEGRETI A VENEZIA!

 

www.carnevale-venezia.comwww.venice-carnival.orgwww.cityexperience.it